Tu

Amico sincero e fedele.
Ti guardo negli occhi
e rivedo i miei.
Gioiosi, un po’ malinconici, dolci, attenti, a volte guardinghi.
Sei unico e da quando ci siamo adottati siamo diventati l’uno il passo dell’altra, sempre.
Mi accompagni, mi guidi, mi accudisci come pochi
e mi hai sorretto,
Dio solo sa quanto.
Attento a ogni mio gesto, sprizzi gioia contagiosa, amore sincero: ogni giorno, in ogni istante, incondizionatamente,
lo vedo, lo sento.
Se penso all’empatia, vedo te: sei il suo ritratto migliore.
Tu guardi solo al cuore.
Tutto il resto non conta.
Grazie, mio piccolo gigante.
La tua mole
è poca cosa
se paragonata allo Spirito che ti anima.

Ornella

©Tutti i diritti sono riservati

Omaggio

“Lascia dormire il futuro come merita. Se lo si sveglia prima del tempo, si ottiene un presente assonnato.”


“Non è mica necessario levarsi in volo fino al sole, basta strisciare fino a un posticino pulito sulla terra dove ogni tanto il sole faccia la sua comparsa e ci si possa riscaldare un po’.”

Omaggio a Franz Kafka

Mareggiata

Onde impetuose si infrangono sugli scogli, il vento pungente si abbatte sulla pelle.

Gli schizzi hanno inzuppato gli abiti, bagnato i capelli, irrorato il viso. Li sento scorrere sul volto, mescolati a gocce intrise di sale che annebbiano la vista.

Il cielo sovrasta, scruta, attraversato da nubi che incedono informi e prepotenti.

Ho freddo.

Ancora.

Il sole fa capolino.

Il cielo si rischiara, la pelle si asciuga, il vento si quieta.

La forza prorompente dell’astro dissolverà il freddo.

È passata.

La mareggiata.

Ornella

© Tutti i diritti sono riservati

Foresta incantata, Jackson Pollock, 1947 Peggy Guggenheim Collection, Venice